Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Archive for luglio, 2013

Images

“IMPRINTING” E ”ISTINTO” NEL CANE

images

Chi è proprietario  di un cane, avrà sicuramente sentito parlare o gli sarà capitato di leggere argomenti riguardanti l’istinto del cane  e del suo imprinting.

Cerchiamo di conoscere bene il loro significato e le loro differenze.

 Si tratta generalmente di comportamenti che hanno come finalità  principale, la conservazione della specie stessa.

Per meglio comprendere il significato di questo termine, analizziamo alcuni esempi:

– una cagna che ha appena partorito, sa da subito come prendersi cura dei propri cuccioli;

– i cuccioli appena nati, cercano subito la mammella della madre, per nutrirsi;                                            Il comportamento della cagna e quello dei cuccioli, riportati nell’esempio, rendono perfettamente l’idea di comportamenti innati nel cane, cioè comportamenti che i cani “conoscono” e trasmettono geneticamente ai propri discendenti.

L’istinto quindi, serve per la conservazione della specie e della sopravvivenza individuale.

L’IMPRINTING DEL CANE: riguarda la prima fase di apprendimento dei cuccioli.  Questo importantissimo periodo, va dalla 4/5 settimana di vita alla 7/8 settimana e viene definito periodo sensibile. Questo periodo è fondamentale per l’apprendimento del cucciolo con il mondo circostante, infatti, durante questa fase, il cucciolo impara a riconoscere la propria specie e le altre, con le quali avrà contatto nell’arco di tutta la vita.
Durante questa fase, i cuccioli cominciano ad allontanarsi dalla propria madre per  esplorare il mondo esterno, cominciando così a fare le prime esperienze sensoriali in modo autonomo che li influenzeranno per tutta la vita. Per questo motivo è fondamentale e importante che i cuccioli facciano esperienze positive, con altri cani adulti equilibrati, con persone e bambini.
Possiamo concludere dicendo che l’imprinting è la fase più importante di tutta la vita del cane, perché andrà a condizionare il successivo periodo di socializzazione e l’assenza totale o parziale di imprinting può provocare dei seri problemi comportamentali nel cane.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

COME RIMUOVERE UNA ZECCA DAL CANE

downloadNella stagione calda, può capitare di trovare tra il mantello del nostro cane,  una zecca nascosta.

Le zecche, sono dei parassiti pericolosi per la salute del nostro fedele amico, perché possono provocare gravi malattie e per questo motivo è bene eliminarle immediatamente.

Ecco di seguito alcuni semplici accorgimenti per poter rimuovere senza problemi la zecca dalla cute del nostro cane:

– è importante tenere fermo il cane, quindi l’intervento di un’altra persona potrà aiutare proprietario e facilitare l’operazione di rimozione;

–  indossare dei guanti in lattice o gomma, per non avere contatto diretto con la zecca;

– cospargere con l’alcool la zona di cute del cane occupata dalla zecca e la zecca stessa;

– prendere una pinzetta, afferrare la zecca il più vicino possibile alla cute del cane ed estrarla lentamente;

–  controllare attentamente che non siano rimaste parti della zecca  nella cute e se non si riescono a rimuoverle, non insistere. Disinfettare la zona e applicare un impacco caldo per favorire l’espulsione;

–  disinfettare accuratamente la sede del morso;

–  lavarsi le mani con acqua e sapone (anche se si indossavano i guanti) e sterilizzare bene la pinzetta;

– controllare nei giorni seguenti la zona colpita e se persistono o compaiono rossori o se il cane presenta anomalie (febbre, letargia, colore scuro delle urine, ecc.), portarlo immediatamente dal veterinario.

E’ bene ricordare che l’unica cosa che elimina il rischio di malattie veicolate da zecche è la prevenzione, quindi è consigliato controllare ogni giorno la cute del cane (passando la mano su tutto il corpo e scostando il pelo) e applicare regolarmente gli appositi prodotti repellenti.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it