Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X

Archive for marzo 21st, 2014

Images

LE MALATTIE INFETTIVE “IL CIMURRO”

cimurroUna delle tante malattie infettive che può colpire il cane è il cimurro. Si tratta di una grave malattia virale, che può interessare il sistema nervoso centrale, l’apparato respiratorio, l’apparato gastroenterico.  E’ una malattia  che si trasmette principalmente attraverso la saliva, il sangue e le urine del cane infetto ed è molto contagiosa.

Il contagio, può avvenire per contatto diretto o indiretto:

– Contatto diretto: il cane può contagiandosi direttamente con un cane già ammalato;

– Contatto indiretto: il cane può contagiarsi attraverso oggetti contaminati dalle secrezioni dei cani infetti.

SINTOMI

I sintomi variano a seconda dell’apparato colpito e generalmente sono:

tosse

– starnuti

– febbre

– diarrea

– vomito

–  muco intorno agli occhi

– inappetenza

Nei cuccioli è frequente la forma intestinale, che si, manifesta con inappetenza, disidratazione e diarrea emorragica.

 La forma nervosa è la più pericolosa e può apparire anche tardivamente. È caratterizzata da depressione, movimenti scoordinati, convulsioni, eccessiva salivazione , paresi o paralisi.

Il cimurro si previene con la regolare vaccinazione del cane e non può essere trasmesso dal cane all’uomo o al gatto.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429

info@educatoreaddestratorecinofilo.it

www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

L’ALIMENTAZIONE DEL CANE

CANE CHE MANGIAPer alimentare un cucciolo in maniera corretta, si potrebbero usare due  metodologie di alimentazione:

L’alimentazione casalinga preparata dal proprietario o l’alimentazione industriale.

Alimentare un cane con un’alimentazione preparata in casa, potrebbe causare alcuni problemi al cucciolo – cane, in quanto non si andrebbe a soddisfare l’apporto alimentare nutritivo corretto. Ciò, non significa che non bisogna alimentarlo con prodotti freschi, ma il consiglio da seguire per chi volesse preparare un’alimentazione con prodotti freschi, e’ quello di rivolgersi ad un nutrizionista canino e farsi dare una dieta equilibrata per il proprio cane.

L’alimentazione più semplice ed equilibrata per soddisfare i reali fabbisogni di un cucciolo – cane, è quella del mangime industriale, in quanto la maggior parte delle aziende produttrici, all’interno di esse, hanno centri di ricerca per la giusta nutrizione del cane, per dare il giusto apporto nutritivo al nostro amico quattro zampe.
La scelta di un buon mangime per cucciolo – cane, evita di far commettere errori alimentari soprattutto ai proprietari poco esperti.

Ecco alcuni consigli per distinguere aziende produttrici di mangimi. Le migliori aziende di mangimi distinguono i mangimi per tipi di razza e per taglia, pertanto, è preferibile scegliere il mangime adatto per soddisfare i bisogni necessari del cane. E’ indispensabile fare una distinzione tra:

– Puppy per cuccioli di taglia piccola

– Puppy per cuccioli di taglia media

– Puppy per cuccioli di taglia grande

Solitamente, viene spiegato al cliente, come vanno utilizzati i tipi di mangimi a seconda del cane posseduto.
I cuccioli di taglia medio piccola, hanno una crescita rapida e non presentano particolari problemi nel periodo della crescita.
I cuccioli di taglia grande invece, crescono più lentamente e hanno bisogno di un’alimentazione più accurata. L’alimentazione, è fondamentale durante la crescita dei cuccioli, perchè carenze o eccessi alimentari possono rovinare la salute del nostro amico a quattro zampe.
Il cucciolo ha fabbisogni nutritivi e energetici differenti dal cane adulto, infatti
la crescita richiede la presenza di sostanze nutritive, che consentano l’adeguato sviluppo dello scheletro, dei muscoli, degli organi interni, del sistema nervoso e immunitario.                                                                                                Il valore calorico dei cibi Puppy, oscilla tra le 485 e le 360 Kcal per 100 grammi di prodotto secco.
Il fabbisogno proteico invece, è molto elevato durante lo svezzamento e diminuisce lentamente con il raggiungimento del peso, dell’altezza e dell’età adulta.
I quantitativi di proteine minimi necessari ai cuccioli, non possono essere inferiori al 22%.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429

info@educatoreaddestratorecinofilo.it

www.educatoreaddestratorecinofilo.it