Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X
Images

Aggressività rediretta

rediretta-forrest2Si verifica quando il cane vorrebbe mordere un soggetto, ma non potendolo raggiungere, finisce per mordere l’individuo a lui più vicino. In realtà non voleva aggredire la persona a lui più vicina, ma un altro soggetto. Frequentemente capita quando due cani all’interno di un giardino, vedono passare un altro cane, i due iniziano ad abbaiare arrabbiati verso il cane estraneo che non potendolo aggredire perché fuori dalla loro proprietà, finiscono per mordersi tra loro.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività da irritazione

download

L’aggressività da irritazione solitamente fa parte di un cane frustrato o con problemi di artriti o artrosi quindi prima di intervenire è indispensabile accertarsi dello stato di salute del cane facendolo visitare da un veterinario. . Qualora il problema non dipenda dal suo stato di salute, è il caso di rivolgersi ad un Istruttore cinofilo comportamentale esperto.
Se il cane è dominante morderà con decisione, continuerà la sua minaccia e non scapperà, se invece non è dominante, morderà ripetutamente e poi scapperà.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività Idiopatica

images (1)Questa rara forma di aggressività è ancora oggetto di ricerche e pare sia più frequente in alcune razze come il Cocker, Spaniel fulvo. Si tratta di un comportamento anormale perché il cane morde improvvisamente senza alcun motivo di base.

Ogni forma di aggressività, va analizzata in base all’ambiente in cui il cane è cresciuto, alle esperienze cui è stato sottoposto, alla razza, all’età di adozione, al sesso e una volta riconosciuta è possibile intraprendere una terapia comportamentale rivolgendosi ad una persona esperta in cinofilia  risolverà il problema del cane restituendogli il giusto equilibrio.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività protettiva del territorio

downloadL’aggressività territoriale ha per scopo la difesa di uno spazio o del suo territorio. Dopo una prima intimidazione, se l’intruso invade il suo territorio, il cane passa all’attacco con l’aggressione.
Questo tipo di aggressività protettiva ha anche come obiettivo, quello di difendere il suo proprietario, infatti, si manifesta verso persone o animali che tentano di avvicinarsi o interagire con il proprietario.
Questa aggressività è più frequente nei cani da guardia e da difesa e la castrazione potrebbe risolvere il problema.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività materna

2704201_nursery_(17)

Questa aggressività è un comportamento naturale dell’istinto materno e non richiede alcun tipo di trattamento. Si manifesta nelle femmine durante la gravidanza o in prossimità del parto. Dopo due mesi dal parto stesso, l’aggressività tenderà a diminuire.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività possessiva

imagesL’aggressività possessiva ha come obiettivo la difesa di un oggetto di un gioco, di un osso e può essere rivolta a persone o cani.
Con l’aiuto di un buon educatore cinofilo, che utilizzi il metodo gentile, l’aggressività possessiva se trattata sin dall’inizio, può essere facilmente risolta.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività da paura

images (1)Questo tipo di aggressività, si scatena solitamente nei cani dotati di scarso equilibrio psichico, in presenza di stimoli percepiti come stressanti come ad esempio presenza di persone, rumori sconosciuti ecc.

I cani diventano aggressivi perché hanno paura e quando ciò accade cercano di evitare le situazioni scappando, indietreggiando, ringhiando e se non riescono ad evitare la situazione che li spaventa, mordono.
Quando i cani paurosi scoprono che l’aggressività è il modo più efficace per risolvere situazioni difficili, la utilizzeranno sempre più spesso.
Il trattamento tenuto da un addestratore esperto, richiede generalmente tempi lunghi, ma può dare ottimi risultati.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività predatoria o da Predazione

imagesQuesto tipo di aggressività solitamente è diretta verso una persona, animale o cosa in movimento, percepita come preda.
Bisogna fare molta attenzione perché per i cani che non hanno avuto contatti con bambini nei primi mesi di vita, li vedono e identificano come preda.
La risoluzione del problema è molto difficile e richiede impegno e molto tempo.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

Images

Aggressività da dominanza verso cani che vivono nella stessa casa

images (1)

La gerarchia non è stabile e un cane giovane, raggiunta la maturità sociale, potrebbe entrare in conflitto con il cane più anziano per tentare di strappargli il ruolo.
Entrambi i cani, se lasciati fare, sapranno gestirsi e decidere i rispettivi ruoli all’interno della famiglia. I cani però vanno controllati perché se, non dovessero giungere ad una definizione dei ruoli, i conflitti saranno sempre più frequenti e profondi. L’intervento del proprietario, va ad aggravare la situazione  e solo l’aiuto di un esperto in comportamento, può identificare e risolvere la problematica in questione.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it

 

Images

Aggressività da dominanza nei confronti del proprietario

images

Il cane in natura è inserito in un branco di simili e la sua sopravvivenza è strettamente connessa con la vita del gruppo.

In un branco ci sono le regole gerarchiche e l’esistenza di un capobranco.
L’ordine gerarchico viene stabilito in seguito a riti o lotte e il soggetto che è riuscito a prevalere sugli altri dimostrandosi forte e con maggiori capacità di sopravvivenza diventa un capobranco.
.
Quando un cane, entra a far parte di una società composta di persone, il cane vede nella famiglia il branco e solitamente nel proprietario il capobranco.
Molto spesso, però, i proprietari di cani provvedono alle necessità pratiche del proprio amico a quattro zampe, trascurando completamente l’aspetto comportamentale commettendo così enormi errori di comunicazione.
Infatti, se il padrone non riesce a dimostrarsi sufficientemente autoritario e carismatico, sarà il cane stesso a sentirsi capobranco, innescando così delle vere e proprie lotte quotidiane che rendono molto difficile la convivenza.

Il cane aggressivo per dominanza pone le zampe anteriori sul corpo del proprietario, non accetta alcuni atteggiamenti da parte del padrone che lui percepisce come un tentativo di dominanza come, ad esempio: sottrargli un gioco, spostarlo da un luogo ad un altro, alzare la voce con lui, toccare il suo cibo, fissarlo negli occhi, toccare le zampe anteriori e sgridarlo.
Il cane dominante, gestisce i tempi decidendo se e quando vuole giocare, portando il gioco al proprietario, attira e pretende la sua attenzione abbaiando, praticamente si comporta come un leader nel branco.

Per ristabilire la giusta gerarchia non è assolutamente indicato utilizzare la forza o l’imposizione sul cane, ma un buon educatore cinofilo saprà risolvere la situazione nel giro di poche settimane. Non esitare contattami (COACH4DOGS FRANCESCO DAMICO) al 3202982429, non aspettare che la situazione precipiti.

info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it