Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X
Articles

EDUCARE IL CUCCIOLO A FARE I BISOGNI FUORI DI CASA

CANE CHE FA LA PITI. EDUCATORE E ADDESTRATORE CINOFILO FRANCESCO DAMICO

I cuccioli fanno la PIPI circa 8 volte al giorno e defecano circa 3 volte al giorno.

Solitamente fanno i loro bisogni 15 minuti dopo aver mangiato, pochi minuti dopo essersi svegliati e quando finiscono di giocare. Tutti i cuccioli quando hanno l’istinto di fare i loro bisogni ci avvisano con il loro comportamento particolare: girano su se stessi, annusano il terreno, a volte vanno verso la pota, siamo noi che non riusciamo a capire il loro linguaggio.

Consigli utili per evitare che il cucciolo faccia i bisogni in casa:

Per i primi giorni, è importante circoscrivere, il luogo destinato a lui, per esempio farlo stare nella sua cuccia o in un trasportino. Questo e’ molto importante per i cuccioli, perchè, solitamente i cani non fanno i bisogni nel luogo dove vivono. Per far si che il cucciolo capisca che l’ambiente dove dovrà vivere sarà la sua cuccia, bisognerebbe allargare giorno dopo giorno il suo ambiente circoscritto, affinchè lui capisca che la casa del suo proprietario sarà anche la sua.

Come abbiamo già detto in precedenza i cuccioli sono abitudinari, fanno i loro bisogni sempre negli stessi luoghi e ritornano annusando i loro escrementi e quelli degli altri cani.  Per questo motivo bisogna pulire per bene il luogo dove il cucciolo ha fatto i suoi bisogni,  perchè annusando potrebbe riconoscere l’odore e rifare nuovamente i suoi bisogni.

Uno degli errori che spesso si commette è quello di pulire le superfici con detersivi che contengono ammoniaca, questo e’ sbagliatissimo,  perché la pipì dei cane contenendo anch’essa ammoniaca, potrebbe stimolare il cucciolo a rifare i suoi bisogni anche nei luoghi precedentemente puliti e disinfettati.

Quando il cucciolo, ci comunica attraverso il suo linguaggio, di dover prepararsi  a fare i suoi bisogni, “inizia ad annusare il terreno o a girare su se stesso”  è indispensabile, anticiparlo, prendendolo e portandolo nel luogo a lui destinato per i suoi bisogni.

Evitare di punire il cucciolo, quando ha già cominciato a fare la pipì, perchè potrebbe associare la punizione al proprietario e spaventato della punizione ricevuta, potrebbe non fare più i bisogni in sua presenza, anche nel luogo voluto dal proprietario.

E’ importante, elogiare e premiare il cucciolo, ogni volta che fa i bisogni nei luoghi da noi indicati.

Portarlo fuori con regolarità, preferibilmente sempre agli stessi orari, (i cani sono abitudinari), tenendo conto che l’ultima uscita serale, durante il periodo di educazione, dovrebbe essere fatta il più tardi possibile e la prima del mattino il prima possibile, per evitare di far trattenere per molto tempo i bisogni al cucciolo.

Allungare, in modo progressivo, i tempi tra un bisogno e l’altro, per abituare il cane a un tempo maggiore.

Se riuscirete a mantenere questo comportamento, sempre uguale, sempre alla stessa ora e sempre negli stessi luoghi, in una quindicina di giorni il cane imparerà a fare i bisogni fuori di casa. Una volta che il vostro cucciolo avrà imparato questo meccanismo, sarà consigliabile fargli fare i bisogni in diversi luoghi, in modo tale che si abitui, per facilitare il proprietario a non avere problemi quando porterà il cane in luoghi diversi.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it