Your browser (Internet Explorer 6) is out of date. It has known security flaws and may not display all features of this and other websites. Learn how to update your browser.
X
Articles

COME COMUNICARE ATTRAVESO I SEGNALI DI PACIFICAZIONE, IN UNA SITUAZIONE DI PERICOLO DIFRONTE AD UN CANE

segnali di pacificazione

I cani,  sono animali tendenzialmente pacifici che non considerano l’aggressività come arma principale a cui ricorrere per ottenere il cibo o per conquistare il loro spazio. Generalmente, preferiscono evitare lo scontro, anche se per loro,  così come per altre specie di animali, lottare è normale.

I cani, comunicano in modo diverso dal nostro, infatti mentre gli esseri umani utilizzano la comunicazione verbale, i cani utilizzano la comunicazione olfattiva, visiva e posturale.

Sono infatti, le posture che permettono ai cani di comunicare sia con l’uomo che con i propri simili, la posizione delle orecchie, della coda, lo sguardo,

hanno tanti differenti significati.

Quando due cani si incontrano, la prima cosa che fanno, è quella di annusarsi e guardarsi. Il cane dominante mostra la coda dritta, le orecchie in avanti, il corpo rigido, lo sguardo fisso verso gli occhi dell’avversario,  mostra i canini e

se l’altro cane assume un atteggiamento di sottomissione, cioè coda tra le gambe, orecchie all’indietro, sguardo rivolto altrove o si butta a terra mostrando il ventre, allora è molto difficile che tra i due cani si verifichi uno scontro, perché entrambi hanno già stabilito i propri ruoli.
I segnali corporei hanno delle funzioni particolari, cioè quelle di indicare le intenzioni pacifiche di chi li emette oppure manifestare un certo stato di apprensione o ansia.
Anche l’uomo può comunicare con i cani, utilizzando un linguaggio simile al loro, mediante alcuni segnali di pacificazione, in situazioni di pericolo :

1) Distogliere lo sguardo, girare la testa ed il corpo

Quando due cani, si fissano reciprocamente, significa che entrambi si stanno sfidando e molto probabilmente arriveranno ad aggredirsi per decidere il reciproco ruolo. Quando invece uno dei due, o entrambi, distolgono lo sguardo, o girano la testa, hanno comunicato le loro intenzioni pacifiche.
La stessa cosa possiamo fare noi, quando incontriamo un cane, non dobbiamo fissarlo, ma dobbiamo guardarlo e subito distogliere lo sguardo, girando anche la testa e dando il nostro fianco al cane. Basterà ripetere più

volte questi gesti: guardo un attimo e distolgo lo sguardo, guardo un attimo e distolgo lo sguardo, per fargli capire le nostre buone intenzioni e si sentirà più tranquillo e più disponibile a conoscerci ed eviterà di aggredirci.

2) Avvicinarsi facendo un percorso non diretto

Avvicinarsi ad un cane, percorrendo un’immaginaria curva, è un segnale di pacificazione che indica che l’individuo che si sta avvicinando, non cerca lo scontro ma ha buone intenzioni Avvicinarsi  al cane in maniera frontale e diretta, può provocare, reazioni aggressive e di sfida.

Ciò accade quando portiamo il nostro cane al guinzaglio e ci avviciniamo ad altri cani con una traiettoria diretta, involontariamente, stiamo mandando dei segnali di sfida.

Possiamo fare la stessa cosa se siamo soli e ci troviamo di fronte ad un cane che non conosciamo, la cosa migliore è quella di creare un avvicinamento non diretto, arrivando al cane dando il fianco.

3) Sbadigliare

Il cane solitamente sbadiglia perché ha sonno, ma molto più spesso lo fa perché è a disagio, o vuole comunicare un segnale di pacificazione.

4) Sbattere le palpebre

Riuscire ad individuare questo segnale, non è affatto semplice, ma quando incontriamo un cane potremmo noi voltare lo sguardo e sbattere ripetutamente le palpebre.

5) Movimenti lenti

E’ risaputo che avvicinarsi ad un cane con movimenti improvvisi e veloci, può creare una reazione negativa, quindi è consigliabile comunicare con lui facendo

movimenti lenti.

6) Immobilizzarsi, sedersi e sdraiarsi

Solitamente durante il gioco, notiamo che il cane, ad intervalli, si siede, si sdraia, si immobilizza questi sono tutti segnali di calma. E’ molto importante  che ciò si verifichi, perchè il gioco è un momento pacifico, quindi qualunque cosa accada, è tutto per gioco!.

7) Leccarsi le labbra ed il naso

Questo segnale, appare più precocemente nel cucciolo. Non è facile da notare,

Osservate i Cani e vi sorprenderete nello scoprire con quanta frequenza, utilizzeranno i segnali di pacificazione.infatti alcuni lo utilizzano in maniera evidente, mentre altri in maniera quasi impercettibile, ma se ci facciamo caso potremo vedere quante volte i cani lo utilizzano. Possiamo provare anche noi a farlo, infatti i cani sono  in grado di distinguerlo senza alcuna difficoltà.

Francesco Damico COACH4DOGS Cell. 3202982429
info@educatoreaddestratorecinofilo.it
www.educatoreaddestratorecinofilo.it